domenica 3 ottobre 2010

Il lato “salato” dei festeggiamenti – Terza parte

[English version below]

Anteprima terza parte

Se le Madeleine vi piacciono tanto quanto piacciono a me - e non solo, vero Sabri? ;) - e avete avuto modo di provarle almeno una volta dovete assolutamente trovare un’occasione per assaggiare queste due versioni salate.

Mi piacciono queste piccole coccole sono così veloci da fare che sarebbe un peccato smettere di cercare l’abbinamento perfetto. Come già mi era successo con le Madeleine ai pisellini, altra ricetta estrapolata, come queste che vi propongo oggi, dal libretto monotematico di Sandra Mahut, anche queste combinazioni di sapori mi sono piaciute molto.

L’una mi ha piacevolmente stupita con l’intenso sapore di erba cipollina e pistacchi che ben accompagnava il Prosecco scelto per iniziare i festeggiamenti, così come sono rimasta affascinata dall’altro ricco impasto con  pomodorini secchi e pinoli dal quale ero irresistibilmente attratta anche per il bellissimo colore.

Ve la butto lì, fate come me e provate tutte e due le versioni tanto l’impasto base è molto semplice da fare e  le combinazioni sono infinite, inoltre bastano pochi attrezzi: una frusta, uno stampo antiaderente o in silicone come il mio della Silikomart che non ha bisogno di essere unto prima di essere utilizzato, un frigorifero ed un forno. Stop!

Avete tutto? Partiamo…

Impasto base per Madeleine salate

Cosa occorre per 15 Madeleine grandi

  • 100 gr di farina 00 setacciata
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di lievito chimico
  • 1 pizzico di sale aromatizzato (io ho messo il sale normale)
  • 1 pizzico di pepe nero
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 20 gr di burro fuso
  • 2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
  • 4 cucchiai di latte
  • 1 goccia di tabasco (facoltativo, io non lo metto così li mangia volentieri anche Giorgia ^_^)

Come procedere

  1. Mescolate tutti gli ingredienti con l’aiuto di una frusta.
  2. Lasciate riposare l’impasto in frigorifero per almeno 30 minuti.
  3. A questo punto l’impasto è pronto per essere amalgamato al ripieno come ad esempio: al pesto rosso, ai pistacchi, ai pisellini, ecc…

Madeleine al pesto rosso

Madeleine al pesto rosso

Cosa occorre per 15 Madeleine grandi

  • un impasto base per Madeleine salate
  • 6 pomodorini secchi sott’olio
  • 50 gr di Parmigiano grattugiato
  • la punta di uno spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di pinoli

Come procedere

  1. Fate tostare i pinoli in una padella antiaderente, lasciandoli colorire dolcemente a secco e facendo attenzione a non bruciarli e tenete da parte.
  2. Passate nel mixer tutti gli ingredienti (tranne i pinoli) fino ad ottenere una pasta rossa.
  3. Mescolate tutti gli ingredienti della ricetta di base (già fredda) con l’aiuto di una frusta aggiungendo il pesto rosso ed i pinoli tostati.
  4. Preriscaldate il forno ventilato a 220°C.
  5. Versate due cucchiaini abbondanti di impasto in ogni alveolo della placca per madeleine e posatela sopra una teglia forata.
  6. Infornate.
  7. Lasciate cuocere per 5 minuti poi abbassate la temperatura a    180°C e prolungate la cottura per altri 8-10 minuti.
  8. Sorvegliate le madeleine perché la cottura varia in funzione del forno.

Nota bene

--> per ottenere delle madeleine ben gonfie, bisogna creare uno shock termico fra l’impasto, molto freddo, e il forno, molto caldo. E’ importante imburrare bene gli alveoli delle placche delle madeleine. Sarebbe meglio utilizzare placche in silicone perché non attaccano e le madeleine riusciranno perfettamente ogni volta.

Io ho utilizzato uno stampo in silicone per madeleine della Silikomart.

--> in caso di stampo per mini madeleine nello stampo basterà versarvi un solo cucchiaino per riempire perfettamente l’alveolo. I tempi di cottura saranno i seguenti: 220°C per 3-4 minuti e 180°C per 5-6 minuti.

Fonte: Mini Madeleine dolci o salate – Sandra Mahut

Madeleine ai pistacchi

Madeleine ai pistacchi

Cosa occorre per 15 Madeleine grandi

  • un impasto base per Madeleine salate
  • 100 gr di pistacchi sgusciati e mondati
  • qualche filo di erba cipollina

Come procedere

  1. Passate al mixer i pistacchi fino ad ottenere una polvere non troppo fine.
  2. Tritate l’erba cipollina.
  3. Mescolate tutti gli ingredienti della ricetta di base (già fredda) con l’aiuto di una frusta aggiungendo i pistacchi in polvere e l’erba cipollina tritata sempre rimestando delicatamente.
  4. Preriscaldate il forno ventilato a 220°C.
  5. Versate due cucchiaini abbondanti di impasto in ogni alveolo della placca per madeleine e posatela sopra una teglia forata.
  6. Infornate.
  7. Lasciate cuocere per 5 minuti poi abbassate la temperatura a    180°C e prolungate la cottura per altri 8-10 minuti.
  8. Sorvegliate le madeleine perché la cottura varia in funzione del forno.

Nota bene

--> per ottenere delle madeleine ben gonfie, bisogna creare uno shock termico fra l’impasto, molto freddo, e il forno, molto caldo. E’ importante imburrare bene gli alveoli delle placche delle madeleine. Sarebbe meglio utilizzare placche in silicone perché non attaccano e le madeleine riusciranno perfettamente ogni volta.

Io ho utilizzato uno stampo in silicone per madeleine della Silikomart.

--> in caso di stampo per mini madeleine nello stampo basterà versarvi un solo cucchiaino per riempire perfettamente l’alveolo. I tempi di cottura saranno i seguenti: 220°C per 3-4 minuti e 180°C per 5-6 minuti.

Fonte: Mini Madeleine dolci o salate – Sandra Mahut

Con queste ricette partecipo alla Raccolta di Bloggoloso

banner BuffetBloggoloso

 

 

bandiera inglese[3]

If you like Madeleine as much as I like and you've got to try at least once you must find an opportunity to sample these two versions salt.

I like these little pampering are so fast to do that would be a shame to stop looking the perfect match. As I already had happened to Madeleine with peas, another recipe extracted, such as these that I propose today, single-themed book by Sandra Mahut, these flavor combinations I liked a lot.

The one I was pleasantly surprised with the intense flavor of chives and pistachios Prosecco that accompanied the well-chosen to begin the festivities, I was fascinated as well as other rich dough with dried tomatoes and pine nuts from which he was irresistibly drawn for the beautiful color.

You throw it there, do like me and try both versions so the dough base is very simple to do and the combinations are endless, also just a few tools: a whip, a non-stick or silicone mold as my Silikomart of that does not need to be greased before use, a refrigerator and an oven. Stop!

You have everything? Let's start ...

 

Basic recipe for salad Madeleine

What You Need

  • 100 grams of flour, sifted 00
  • 2 eggs
  • 3 tablespoons baking powder
  • 1 pinch of salt flavored (I put the regular salt)
  • 1 pinch black pepper
  • 2 tablespoons extra virgin olive oil
  • 20 g butter, melted
  • 2 tablespoons grated Parmesan cheese
  • 4 tablespoons milk
  • 1 drop of Tabasco sauce (optional, I would not put it eats them willingly Giorgia ^_^)

How to proceed

  1. Mix all ingredients with the help of a whip.
  2. Let the dough rest in refrigerator for at least 30 minutes.
  3. At this point the dough is ready to be mixed the filling such as: the red pesto, pistachios, with peas, etc. ...


Madeleine red pesto

What You Need for 15 large Madeleine

  • mixture of the basic recipe for Madeleine
  • 6 sundried tomatoes in oil
  • 50 g grated Parmesan
  • the tip of a clove of garlic
  • 2 tablespoons pine nuts

How to proceed

  1. Toast pine nuts in a pan, let those dry and gently taking care not to burn them and set aside.
  2. Switch the mixer all the ingredients (except pine nuts) until a red paste.
  3. Mix all the ingredients of the basic recipe (already cold) with the aid of a whip by adding the red pesto and toasted pine nuts.
  4. Preheat convection oven to 220°C.
  5. Pour two teaspoons of dough abundant in each cell of the plate for madeleine and rest on a perforated tray.
  6. Bake.
  7. Cook for 5 minutes then reduce temperature to 180°C and increase the cooking for another 8-10 minutes.
  8. Supervise the madeleine because cooking varies according to the oven.

Please note
-> To get the madeleine very swollen, you need to create a thermal shock between the dough very cold, and the oven, very hot. It 'important to grease the pockets of the well plate of madeleines. It would be better to use silicon chips because they do not attack and madeleine succeed perfectly every time.
I used a silicone mold for the madeleine Silikomart.
-> In case of mini madeleine mold in the mold just pour one teaspoon to fill up the socket. Cooking times will be: 220 ° C for 3-4 minutes and 180 ° C for 5-6 minutes.

Madeleine pistachios

What You Need for 15 large Madeleine

  • mixture of the basic recipe for Madelein
  • 100 g of hulled and shelled pistachios
  • a few chives

How to proceed

  1. Go to the mixer pistachio nuts to produce a powder too fine.
    Chop the chives.
  2. Mix all the ingredients of the basic recipe (already cold) with the aid of a whip by adding the powder and chives chopped pistachios always stirring gently.
  3. Preheat convection oven to 220°C.
  4. Pour two tablespoons of dough abundant in each cell of the plate for madeleine and rest on a perforated tray.
  5. Bake.
  6. Cook for 5 minutes then reduce temperature to 180°C and increase the cooking for another 8-10 minutes.
  7. Supervise the madeleine because cooking varies according to the oven.

Please note
-> To get the madeleine very swollen, you need to create a thermal shock between the dough very cold, and the oven, very hot. It 'important to grease the pockets of the well plate of madeleines. It would be better to use silicon chips because they do not attack and madeleine succeed perfectly every time.
I used a silicone mold for the madeleine
Silikomart.
-> In case of mini madeleine mold in the mold just pour one teaspoon to fill up the socket. Cooking times will be: 220°C for 3-4 minutes and 180°C for 5-6 minutes.

Source: Mini Madeleine sweet or savory - Sandra Mahut

19 commenti:

  1. Sono favolose Sonia!!!...complimenti!...appena trovo lo stampo le devo assolutamente fare!!!

    RispondiElimina
  2. che buone queste madeleine salati!
    il giorno che trovo lo stampino li provo senz'altro!

    RispondiElimina
  3. ma lo sai che aspetto con gioia i vari capitoli del festeggiamento per vedere le ricettine che hai preparato? inoltre adoro il modo in cui hai presentato ai tuoi ospiti le prelibatezze che cucini!
    complimenti davvero!

    RispondiElimina
  4. caspita! quanto ben di dio!!! tutto buono e meravigliosamente preparato con amore!!! baci Ely

    RispondiElimina
  5. Belle!!! Trovo fantastico anch'io poter fare la base e poi sbizzarrirmi sulle aromatizzazioni.
    Questo buffet ti è venuto uno spettacolo. Buona notte Sonia

    RispondiElimina
  6. Ancora stuzzichini ( che poi sarebbe riduttivo chiamarli stuzzichini visto che sono delle mini-opere d'arte!)???? Senti, ma ti posso ingaggiare anche per i miei di buffet? Hai sfornato una quantità assurda di cibi... sei porprio incredibile! Da svenire con tutte 'ste prelibatezze!!!! :-D Un abbraccio

    RispondiElimina
  7. le madeleines non le ho mai fatte, ne dolci ne salate, le vedo già da un po' in giro e mi stanno proprio incuriosendo, tra l'altro quelle dolci le ho mangiate anni fa in Francia e mi erano anche piaciute!! aspetto ancora una puntata!

    RispondiElimina
  8. madelaines salate... che si puo volere di piu!!!devono essere stragustose e le proverò a breve mi piace troppo l'idea di questa versione salata!!bacioni imma

    RispondiElimina
  9. Certe volte mi sento così ignorante!
    Non avevo mai sentito parlare di madalene
    Ma pensi che li posso fare anche nella teglia dei muffins?
    Perchè devono essere buonissimi!
    Brava!

    RispondiElimina
  10. Anche io ho quel mitico libretto, mi ci devo applicare perchè a parte le madeleines tradizionali, non ho ancora fatto nulla...
    Ti sono venute uno spettacolo, chissà che buone!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Ciao!!!!! Buon lunedì!!!!!
    Provo domani, queste splendide ricettine, poi ti saprò dire...., non verranno come le tue....ma...mi accontento!!!!
    Un grande bacio!!!!

    RispondiElimina
  12. Ti 6 data da fare anche tu!! il guaio di saper fare! :-)

    RispondiElimina
  13. Io non ho ancora provato a preparare quelle dolci ... potrei iniziare con le tue ricette in versione salata per "spezzare" la paralisi da madeleine :-)

    RispondiElimina
  14. Ah... pure una terza parte!
    Ma sei inesauribile...
    Le madeleine salate non le ho mai magiate, ma ispirano un sacco. Mi pare si prestino a infinite golose soluzioni, coe queste che hai proposto. Temo che non mi fermerei più secominciassi un vassoietto!

    RispondiElimina
  15. Grazie di nuovo a tutte soprattutto per la pazienza con la quale mi seguite in questi interminabili post di Compleanno ;)

    RispondiElimina
  16. Mai provate a fare neanche dolci ma queste versioni salate mi stuzzicano ancora di più...appena mi impossesso dello stampo ci provo..nel frattempo vorrei invitasti a partecipare al mio contest..un bacio fabiana

    RispondiElimina
  17. Ciao,
    siamo una trattoria siciliana di Milano. Siamo in via Savona. Ci piace il tuo blog.
    Siamo appena partiti, ma posteremo tutto all'insegna della Sicilia: ricette, vini, racconti di città e cultura.
    Se ti va puoi seguirci.
    A presto!
    Trattoria Trinacria
    http://trattoriatrinacria.blogspot.com

    RispondiElimina
  18. Ciao carissima,
    come tutte le persone che sono negate per la cucina,( io sono una di loro ) adoro i siti dove ci sono delle ricette....queste madeleine..mi tentano non poco, le conosco in versione dolce ( non fatte da me )mi tenta molto il provare a farle salate, mi sono stampata la ricetta e le farò in occasione del compleanno di mia figlia il 1 di Novembre, penso che tra gli antipasti ci staranno benissimo !
    Grazie infinite per stuzzicare in me la voglia di cucinare.
    Rosarita

    RispondiElimina
  19. @FAbiana: arrivoooooooooo ^_^

    @Teddy Bears: felicissima di aver stuzzicato la tua voglia di metterti ai fornelli, vedrai che non ti pentirai ;) A presto...

    RispondiElimina

Benvenuto sul mio blog! Se vuoi lascia un commento, una critica, un saluto, come vuoi. C'è sempre da imparare...da chiunque! Grazie

ULTIMI POST...A TAVOLA

 

Oggi pane e salame, domani... Foto e testi di Sonia M. - Copyright © 2009/2012 - All rights reserved