mercoledì 1 luglio 2009

Pane: le mantovanine

[English version below]

le mantovanine (1)Se tempo fa’ mi avessero detto che un giorno avrei fatto il pane, avrei sicuramente risposto che facevo prima a comprarlo, tutt’ora condivido in parte questo pensiero soprattutto per il poco tempo a disposizione (come tutti, d’altronde) ma ogni tanto, appena posso mi ricavo un piccolo momento per sperimentare.

La prima volta che ho fatto il pane, mi è tornato in mente quando da bambina al ritorno da scuola, la nonna, mi preparava pane burro e zucchero o pane burro e marmellata…se chiudo gli occhi riesco anche ad emozionarmi e rivivere quei momenti.

Adoro il profumo del pane, viene voglia di assaggiarlo appena uscito dal forno…così, mi sono cimentata in questa per me ardua prova: la panificazione. La mia prima panificazione. E’ vero, non è fatta con biga o pasta madre è un pane di veloce realizzazione, come vuole il trend di questo blog. E ce l’ho fatta, incredibile!

La ricetta è presa da cookaround precisamente da Cameron (un nome una garanzia per ogni cosa che prepara, santa donna!). A casa hanno apprezzato tutti, sia per il piacevole sforzo intrapreso, sia per l’eccezionale risultato che forse, in tutta sincerità, non si aspettavano! Fatto sta’ che quando questi panini sono pronti, è gara su come riempirli. Io non ho dubbi, se è ora di merenda con nutella se è ora di cena salame, pane e salame ovviamente! le mie mantovanine

Mantovanine

Ingredienti per 12 panini: 400 gr di farina 00 + 100 gr manitoba – 10/15 gr di lievito di birra – 210 ml di acqua – 2 cucchiai di olio di oliva - 1 cucchiaino di sale - 1 cucchiaino di miele.

  1. Faccio sciogliere nell'acqua scaldata nel microonde, il lievito con il miele, avvio l'impastatrice con la farina, aggiungo l'acqua e quando è a metà impasto ci metto l’olio, alla fine il sale. Devo ottenere un impasto piuttosto solido, da non sporcare la spianatoia, impasto 10-15 minuti e poi dò 2-3 battute alla pasta sul tavolo, metto a lievitare sotto campana x 30 minuti circa. Dopo la lievitazione divido in 12 pezzi.
  2. Tiro con il matterello la pasta e ripiegandola più volte su se stessa, fino ad ottenere una lunga striscia. Arrotolo tirando la pasta, facendo attenzione a non far uscire troppo i bordi, accendo il forno a 240° lasciando la leccarda al suo interno con una ciotolina di acqua sul fondo, intanto metto i panini a lievitare coperti con pellicola e strofinaccio per almeno 30 minuti.
  3. Prima di infornare, faccio un taglio lungo tutto il panino, infarino e inforno sulla leccarda già calda, per 15 minuti circa o fino a colorazione che piace di più. Caso mai, abbassare il forno dopo 5 minuti e se qualche panino si rifiuta di aprirsi, fare un taglio veloce appena si gonfia e richiudere il forno.

4 commenti:

  1. ciao bella,non finisci ma di stupirmi!!!!!

    questo angolo e' delizioso...un posto molto carino dove venire a coccolare il pancino!!

    simpatico nella forma,come sei tu.. e ben dettagliato,rubarti le idee sara' un piacere!!!

    mi fai sempre ridere un sacco tesoro!!!!!!

    un bacio grande..grande amica di mestolo e mattarello...

    malula e tribu' golosa

    RispondiElimina
  2. Ottimo per la mia raccolta...ammetto che io sono ancora tra quelle che pensa che il pane si fa prima a comprarlo!! ;-P

    RispondiElimina
  3. Suuuuuuuuuun, io ADORO le mantovaneeee!
    Mia la ricetta! Segnata!!!
    Non vedo l'ora di provarlaaa!

    RispondiElimina
  4. ELel: anche io la pensavo così poi ho provato a farlo, ci ho preso gusto e spesso lo faccio anche con forme diverse (è anche divertente!).

    @Marti: tesoro, appena le provi dimmi come ti sono venute e se ti sono piaciute ^_^ baci

    RispondiElimina

Benvenuto sul mio blog! Se vuoi lascia un commento, una critica, un saluto, come vuoi. C'è sempre da imparare...da chiunque! Grazie

ULTIMI POST...A TAVOLA

 

Oggi pane e salame, domani... Foto e testi di Sonia M. - Copyright © 2009/2012 - All rights reserved