lunedì 4 giugno 2012

Un classico che non delude mai: #pizza

[English version below]
Trovo che in cucina ci siano gesti che riescano ad essere in qualche modo terapeutici. Meglio ancora se fatti a quattro mani (*). Penso ad esempio alla preparazione della pizza. Un classico che non delude mai. Pesare gli ingredienti, amalgamarli tra loro, impastare per diversi minuti fino ad ottenere una pasta liscia e morbida. Poi, in attesa della "magia della lievitazione" preparare la salsa di pomodoro, oliare la teglia, stendere la pasta rigorosamente a colpi di polpastrelli, farcirla a piacere, meglio ancora se ogni volta in modo diverso e infornare. Pochi ingredienti: farina, acqua, lievito e tanta soddisfazione.
Ma c'è anche chi non si "accontenta" e trova che il momento dell'assaggio batta preparazione e attesa senza neanche discutere. E non mi riferisco alla piccola di casa anzi, Giorgia è la somma di quanto a me piaccia la fase della preparazione e quanto a suo padre piaccia la degustazione. E' la giusta via di mezzo. Si diverte ad impastare qualunque cosa e non manca di assaggiare impasti (anche) crudi, dando il suo autorevolissimo parere da quasi cinquenne sulle dosi degli ingredienti da aggiungere. Che siano soffici panini o profumati impasti dolci non fa differenza ciò che conta alla fine, è sapere che abbiamo trascorso del tempo di qualità insieme e che basterà attendere solo qualche minuto di cottura, per ritrovarci seduti intorno al tavolo a gustare il risultato di questa semplice magia.



Pizza allo stracchino e salame piccante
Cosa occorre per 4 pizze medie
  • per l'impasto base:
  • 500 gr di farina 0
  • 250 ml di acqua tiepida
  • 7 gr di lievito disidratato
  • 2 cucchiani di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di olio evo
  • per la salsa di pomodoro:
  • 250 gr di pomodori pelati
  • 1/2 carota
  • 1/2 cipolla
  • 1 gambo piccolo di sedano
  • sale
  • olio evo
  • origano essiccato
  • per farcire le pizze:
  • basilico fresco
  • stracchino
  • Parmigiano Reggiano grattugiato
  • salamino piccante
  • olio evo 
Come procedere
  1. Metti la farina, lo zucchero, il lievito e l'olio d'oliva in una grande terrina e aggiungi l'acqua.
  2. Mescola aiutandoti con una forchetta, aggiungi il sale.
  3. Lavora l'impasto su un piano infarinato per almeno 10 minuti.
  4. Forma una palla con l'impasto e sistemalo nella terrina che avrai unto con un filo di olio.
  5. Copri con pellicola e lascia lievitare per 2 orein luogo tiepido.
  6. Quando l'impasto ha raddoppiato di volume, impastalo nuovamente per qualche minuto.
  7. Lascia riposare l'impasto per altri 20 minuti.
  8. Prepara il condimento: trita nel mixer la cipolla, il sedano, la carota ed i pomodori pelati.
  9. Cuoci a fuoco dolce, aggiungi un pizzico di sale e quando la salsa si sarà ristretta diventando cremosa aggiungi a fuoco spento un filo di olio e l'origano essiccato.
  10. Stendi l'impasto della pizza con i polpastrelli nella teglia o nelle teglie che desideri utilizzare che avrai foderato di carta forno e unte leggermente di olio.
  11. Preriscalda il forno a 220°C.
  12. Spalma la salsa di pomodoro sulle basi di pizza.
  13. Distribuisci il salamino piccante, lo stracchino e cospargi con il Parmigiano.
  14. Inforna per 10 minuti o finché la pasta è dorata e croccante.
  15. Guarnisci con foglioline di basilico fresco e gusta.
Ricetta tratta e modificata da
Fresh + Fast - Michele Cranston - Ed. Luxury Books
Piatti e bicchiere | Maxwell and Williams
Con questa ricetta partecipo al contest di Veru La cuochina sopraffina:

(*) Colgo l'occasione per ricordare "La sfida a 4 mani tra favole e fornelli" in collaborazione con Serena partecipa anche tu, leggi come fare cliccando sul banner.

IMPORTANTE
Come sapete l'Emilia ha subito un duro colpo a causa del terremoto e purtroppo ancora oggi questa generosa terra continua a tremare. Oltre a inviare subito un SMS al 45500 donando così 2 Euro alla Protezione Civile, un altro modo per aiutare concretamente potete leggerlo qui, il portale della Regione Emilia Romagna, e qui da Francesca Sanzo.  Nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa o almeno  possiamo provarci, è possibile aggregarsi al gruppo nato su FB grazie a delle foodbloggers e contribuire attivamente in diversi modi dalle iniziative per acquisti solidali a segnalazioni di cosa può servire e di cosa c'è realmente bisogno. Siete tutti i benvenuti, sono sicura che insieme possiamo fare tanto. Vi aspetto.
Ringrazio Manuela per il reportage e per le utili informazioni.





Pizza with stracchino cheese and spicy salami

What you need for 4 medium pizzas

     for the dough base:
     500 grams of flour 0
     250 ml of warm water
     7 grams of dried yeast
     2 teaspoons of sugar
     1 teaspoon salt
     2 tablespoons extra virgin olive oil
     for the tomato sauce:
     250 grams of peeled tomatoes
     1/2 carrot
     1/2 onion
     1 small stalk of celery
     salt
     extra virgin olive oil
     dried oregano
     filling for the pizza:
     fresh basil
     stracchino cheese
     Parmigiano Reggiano cheese
     spicy salami
     extra virgin olive oil

How to proceed

     Put the flour, sugar,
dried yeast and olive oil in a large bowl and add water.
     Stir helping with a fork, add the salt.
     Work the dough on a floured board for at least 10 minutes.
     Form a ball with the dough in the bowl fix it and you'll have greased with a little oil.
     Cover with plastic wrap and let rise for 2 hours in warm place.
     When the mixture has doubled in volume,
knead again for a few minutes.
     Let the dough rest for 20 minutes.
     Prepare the sauce: in a food processor mince the onion, celery, carrot and tomatoes.
     Cook on low heat, add a pinch of salt and when the sauce is creamy add becoming restricted to fire off a little olive oil and dried oregano.
     Stretch out the pizza dough with your fingertips into the pan or pans in which you want to use lined with greased parchment paper and lightly oil.
     Preheat oven to 220°C.
     Spread the tomato sauce on pizza bases.
     Distribute the spicy salami, stracchino cheese and sprinkle with the Parmesan.
     Bake for 10 minutes or until the pastry is golden and crispy.
     Garnish with fresh basil leaves and serve.

Recipe taken and modified from
Fast + Fresh - Michele Cranston - Luxury Ed Books
Dishes and glass | Maxwell and Williams


28 commenti:

  1. Da napoletana io vivrei di pizza tesoro anche adesso che è ora di colazione!!!La tua è divina!!!!Baci,Imma

    RispondiElimina
  2. Bonjour Sonia! Mi trovi d'accordo con te! Io non vedo ora di preparare qualcosa di simile con la mia piccola così da farci fotografare e partecipare al tuo contest :))
    Una buona sett cara:*
    vaty

    RispondiElimina
  3. Hai ragione, pensa che io stamattina, dopo una notte insonne, una delle prime cose che ho fatto è stato preparare una focaccia :)
    La tua pizza è splendida.. adoro le tue foto :)

    RispondiElimina
  4. hai ragioni questi classici non deludono mai e sono la fine del mondo..

    RispondiElimina
  5. concordo con te, la pizza è un classico che non delude mai ed io ne vado ghiotta e questa tua versione piccantina mi gusta molto :-)

    RispondiElimina
  6. Che foto meravigliosa...per non parlare del soggetto! Non ho ancora conosciuto nessuno a cui la pizza nn piaccia! E' davvero un genio chi l'ha inventata! Mi piace la tua versione...complimenti! Baci baci e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  7. La pizza non si può commentare, solo mangiare!!

    RispondiElimina
  8. Pizza deliziosa e che brava aiutante assaggiatrice di impasti crudi che hai.....un grande classico che quando si imprara a fare non si abbandona mai

    RispondiElimina
  9. Cá por casa todos adoram pizza, a que mostras está fantástica!

    RispondiElimina
  10. Hai ragione, gli impasti sono sempre magici sia nella preparazione che nella degustazione e la condivisione del risultato lo è ancora di più! Brava alla mamma, che fa anche delle foto splendide, e alla sua autorevolissima aiutante... ed anche al papà, dai! ;-)
    Buona giornata

    RispondiElimina
  11. E' proprio vero che paese che vai usanza che trovi... Sai che non mai fatto la pizza con il battuto per soffritto? ho riletto con attenzione e quindi cuoci anche il sugo prima di infornare :) Io cultrice e amante della pizza fino allo svenimento devo provare anche la tua versione!! Ti abbraccio tesoro e ti auguro un felice inizio settimana:*

    RispondiElimina
  12. Hai proprio ragione...la pizza ha sempre il suo fascino e se poi è fatta in casa crea sicuramente un attimo di magia in tavola!! Ricetta deliziosa e gustosissima...Un bacio e buona settimana!

    RispondiElimina
  13. Buona...a vederla me la mangerei tutta :-)

    RispondiElimina
  14. già...non delude mai... questa poi ti è venuta benissimo!

    RispondiElimina
  15. vabbè la pizza è un intramontabile..
    io adoro!
    una mia specialità è quella bianca con patate e olio Laudemio!
    la scelta dell'ingredienti è fondamentale.
    ciao

    RispondiElimina
  16. trovo che preparare la pizza sia sempre qualcosa di magico...noi la cuociamo col fornetto e quel momento è bello perchè lo condividiamo sempre tutti insieme, nell'attesa di sollevare il coperchio e di scoprire....la magia!
    Buon pomeriggio!!

    RispondiElimina
  17. Vero, la pizza e un classico di cui non mi stuferò mai! Favolosa farcitura che proverò di sicuro!!!!

    RispondiElimina
  18. Sonia!! Ma tu non partecipi al mio contest sulla pizza??? :D :D

    RispondiElimina
  19. La pizza, che passione! ne avrei voglia proprio ora. Hai proprio ragione fare l'impasto è una cosa veramente terapeutica. buona buona buona!

    RispondiElimina
  20. Hai ragione, esistono gesti e ricette che non deludono mai... anche per me la pizza e' una di quelle! un abbraccio Sonia

    RispondiElimina
  21. Effetto appagante e gustoso solo la visione.... hai ragione, mi hai strappato tutta la stanchezza e la rabbia accumulata nel giorno :)

    un bacio

    RispondiElimina
  22. Mi hai convinta, stasera pizza preceduta da stuzzichini! oh yes!

    RispondiElimina
  23. Hai ragione la pizza non delude mai neanche qui... semplice o farcita è sempre ben accolta e digerita! Che bontà quelle fette che invogliano ad allungare la mano!
    Notte mia cara!

    RispondiElimina
  24. Condivido in pieno! Adoro preparare la pizza e tutto ciò che richiede una lunga manualità con le mani in pasta. Ottima la tua versione ;)

    RispondiElimina
  25. Che dire la pizza e ' sempre la pizza !!! Anche a me piace molto impastarla ma il momento che mi piace di più e ' l assaggio perché cambio sempre e la curiosità di sapere come e' venuta e' tanta:-) la tua e' perfetta!!! Baci

    RispondiElimina
  26. non la faccio da moltissimo tempo..a casa ovviamente...perchè al ristorante per la peritivo la preparo ogni giorno:-(..un grande bacio

    RispondiElimina
  27. ormai a casa una volta alla settimana faccio la pizza, e Viola è orami specializzata a mangiare mozzarella e condimenti vari...furbona!!!

    RispondiElimina
  28. Pizza, pizza e ancora pizza!!! potrei mangiarla anche tutti i giorni!!!
    la tua è fantastica

    RispondiElimina

Benvenuto sul mio blog! Se vuoi lascia un commento, una critica, un saluto, come vuoi. C'è sempre da imparare...da chiunque! Grazie

ULTIMI POST...A TAVOLA

 

Oggi pane e salame, domani... Foto e testi di Sonia M. - Copyright © 2009/2012 - All rights reserved