sabato 10 dicembre 2011

Altri tempi

[English version below]

per 1

Vi avevo lasciato dicendovi che avrei passato un fine settimana a Perugia ad assaggiare, ad occhi chiusi, il cioccolato Perugina. Fatto ;)

Ciò che invece non sapevo è che sarebbe stata un’esperienza travolgente. Un viaggio nel passato attraverso il Museo Storico per arrivare ai giorni nostri visitando questa modernissima fabbrica del cioccolato. Willi Wonka sappi che ho realizzato un sogno!  

Prima di raccontarvi il “dietro le quinte” della gita, vorrei mostrarvi qualche immagine del tour al Museo Storico dove personalmente, da inguaribile romantica, mi sono appassionata alla storia d’amore tra Giovanni Buitoni e Luisa Spagnoli, sapevate che il Bacio è nato grazie a lei e che il suo nome inizialmente era Cazzotto? Ebbene, questo ed altre piacevoli curiosità, potrete scoprirle facendo una capatina a San Sisto alla Casa del Cioccolato Perugina.

Erano proprio altri tempi quando Vittorio Gassman era testimonial dei Baci Perugina nel Carosello, il primo spot che io ricordi aveva tutt’altro ritmo e sapore: avete presente tu.tu.tu tubiamo ;))) senza dimenticare la bimba che si meritava tanti baci perché troppo buona, all’epoca non la sopportavo oggi è tanto somigliante a mia figlia…come passano gli anni e a quanto pare il Bacio è un evergreen di ogni generazione.

Per 19Per 18La degustazione, un momento difficile! Quale assaggiare per primo?

Il profumo di cioccolato, neanche a dirlo, era inebriante, le immagini del backstage del film “Lezioni di Cioccolato 2” girato proprio in questa Scuola, ci hanno golosamente aperto le porte di un mondo fatto di temperature precise, cacao e burro di cacao…inizia la lezione con il Maestro Cioccolatiere Guidubaldi.

per 2

per 3per 4per 5 Il temperaggioper 6 Tra uno scatto e l’altro, proviamo a temperare il cioccolato

per 7

per 14

Grazie al Maestro Cioccolatiere abbiamo creato golosi alberi di Natale

per 8

per 10per 11Per 12

Altra degustazione, cioccolatini con ganache e grappa…Yuuhhh

Il tour in questa accogliente città è stato indimenticabile anche grazie alla simpatia dei miei compagni di viaggio, in primis Ely con la quale ho avuto il piacere di condividere camera e confidenze, come ai tempi della scuola ;) come allora, non sono mancati scherzi e risate e anche se “ciò che accade in gita non si racconta” ci sono degli episodi esilaranti che meritano di essere ricordati.

Prima però vorrei ringraziare Pietro per avermi aiutato più volte con la mia valigia ;) della serie “viaggio leggera – e il consiglio mai più senza l’ho messo in pratica”.

Come non ridere – adesso - sapendo che per alcune di noi il viaggio appena iniziato è stato soprannominato “della speranza” leggete qua. E il mio è terminato sotto effetto di doppia dose di Xamamina!

Come non ricordare quando due insospettabili fanciulle si sono divertite a “disturbare” l’artefice di questo viaggio Francesca, suonando il campanello della sua camera per poi scappare di corsa nel corridoio come due ragazzine…Care Laura e Francesca prenoto subito una vacanza con voi, siete uno spasso ^_^ 

La cena dell’ultima sera è stata la più esilarante. Le dis-avventure di Marta, il filippino con problemi  alle narici, altri filippini che volevano a tutti costi vendere le rose a Pietro e Francesca e altre cose top-secret, accompagnati da qualche bicchiere di vino rosso hanno reso l’atmosfera unica, se ci ripenso mi fanno ancora male le mandibole tanto ho riso. Come dimenticare poi le battute di Franceschina in versione hollywoodiana “Sotto l’accappatoio niente” o il pigiama-party fatto in camera sua con Ely, Laura e la dolce Federica, quando leggerò i vostri post vi immaginerò con quei bei pigiamini ^_^

Per 15Per 16 Per 17

Quanto sono stata bene, grazie a tutti voi (soprattutto a Francesca e a Barbara senza le quali tutto ciò non sarebbe stato possibile)…eh quando mi ricapita!

PS: se mi fossi ricordata di fare il bilanciamento del bianco forse le foto sarebbero state meno Simpsoniane ^_* ma tant’è!

19 commenti:

  1. Ciao Sonia che piacere ritrovarti in questo post così carica ed entusiasta, con un pizzico d'invidia ;D dico: "caspita che fortuna" dev'essere stato davvero una esperienza bella, io ricordo ancora con dolcezza il pomeriggio a Novara. Buona domenica, Alex

    RispondiElimina
  2. Che bel post sulla mia città!!! GRAZIE!!! sono contenta tu sia stata bene. Non dimenticherò mai quando in terza elementare andai in gita alla Perugina... mi sembrava davvero di vivere in un mondo magico... grazie per avermi fatto rivivere quella esperienza!!! un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. rileggere le nostre avventure è come rivivere quei giorni! che ridere.. davvero, anche io se ci penso ho male alle bandibole!!! bellissima la sequenza di foto della città... e idem per il sogno "della fabbrica di cioccolato" che si realizza! finisco la mielosaggine vera..dicendoti che è stato un piacere conoscerci meglio e aver vissuto insieme questa avventura!!
    bella sonia!!!!!

    RispondiElimina
  4. che invidiaaaaa Hai tracorso un dolcissssssssssiiiiiimmmmmoo fine settimana
    Sono sinceramente felice per te
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Ma che piacere immenso leggere tutti i vostri racconti,come ho anticipato aspetto per scopiazzare ed integrare con i racconti che vi sono sfuggiti!!!

    E' stato un week end divertente, esilarante ed anche educativo! Mi sono sentita in gita scolastica e visto che abbiamo finito di farle da qualche anno tornare indietro nel tempo non ha potuto che fare bene!

    Un abbraccio forte, spero di rivederti presto, anzi SICURAMENTE ci rivedremo presto!!! ;)

    Francesca (E Pietro, l'OMMO)

    RispondiElimina
  6. Non vedevo l'ora di conoscere l'esito di questa tua esperienza! Non avevo dubbi ...è stata fantastica ^_^ Sono davvero felice per te un'esperienza unica!

    RispondiElimina
  7. Che splendido week end :) Mi hai fatto ritornare in mente il corso di cioccolato dal Nanni con le foto del temperaggio. Devo rispolverare gli stampi ma sai che non è ho il coraggio dopo la pausa estiva? Chissà che combinerò?!?!?! Un bacione, buona domenica

    RispondiElimina
  8. che bella esperienza !!! Peccato che vivo lontanina e probabilmente non riuscirò ad andare per i prossimi dieci anni :-((
    Anche per me l'assaggio sarebbe stato dificile ma credo che sarei partita da quel bacio al cioccolato bianco :-)

    RispondiElimina
  9. post interessantissimo, che bella esperienza deve essere!!!
    un bacione!

    RispondiElimina
  10. che bellissima esperienza!!! ;)

    RispondiElimina
  11. ehi che fortuna hai avuto, una vacanza da sogno...dolce dolce

    RispondiElimina
  12. Invidia, invidia e si dai anche un pò d invidia hahaha che bello vivere insieme queste esperienze

    RispondiElimina
  13. Sorrido e mi emoziono ancora a leggerne il resoconto! grazie a te, un bacione!!!!

    RispondiElimina
  14. Proprio ieri ho assaggiato i baci perugina bianchi. Troppo Buoni!!!!

    RispondiElimina
  15. Ciao Sonia, che bella vacanza dolce che hai fatto !! Io avrei cominciato con il bacio bianco in assoluto ...non sapevo neanche esistesse ;)

    RispondiElimina
  16. Ciao Sonia, ma quanto è bella Perugia???la immagino in questo periodo natalizio lo deve essere ancora di più. qualcosa intravedo dai tuoi scatti.
    ma la gita nella fabbrica occorre prenotala???
    kiss e buonaserata

    RispondiElimina
  17. FANTASTICOOOO! L'anno scorso sono stata pure io a fare un corso di cioccolato alla perugina...mamma mia quanto cioccolato ho mangiato quel giorno! E quanti cioccolatini abbiamo preparato...e sopratutto ho imparato il temperaggio proprio con lui, il super maestro! AH, me lo ricordo come fosse ieri! Grazie per avermi fatto rivivere questa splendida esperienza!

    RispondiElimina
  18. Che bello!!!!
    Io abito a un oretta da Perugia e, mi vergogno anche un po' a dirlo, non sono mai andata a vedere il museo storico ne a fare questo magnifico corso!!! -_-'
    Ma come è possibile????
    Devo assolutamente rimediare!!!
    Prima o poi vado!
    Ciao, un bacio!!!

    RispondiElimina

Benvenuto sul mio blog! Se vuoi lascia un commento, una critica, un saluto, come vuoi. C'è sempre da imparare...da chiunque! Grazie

ULTIMI POST...A TAVOLA

 

Oggi pane e salame, domani... Foto e testi di Sonia M. - Copyright © 2009/2012 - All rights reserved