sabato 5 febbraio 2011

Ricette dei “No-blogger perBene”

[English version below]

NO-BLOGGER PERBENE 1

Carissimi, ho deciso di creare questa pagina per poter inserire tutte le ricette di coloro che non hanno un blog ma desiderano comunque dare il proprio contributo al Contest perBene.

Se anche tu vuoi partecipare ma non hai un blog, le regole per partecipare le trovi qui e questo è l’indirizzo e-mail dove puoi inviare le tue proposte complete di foto e ricette: sunflowers8@hotmail.it

Ti ringrazio, aspetto anche le tue proposte…

Ecco la lista dei “No-blogger perBene”:

  1. Zuppa di zucca (non troppo dolce) di Benedetta
  2. Risotto scampi e ananas di Elisa
  3. Focaccia pugliese di Valentina
  4. Spaghetti di Primavera con gli agretti di Benedetta
  5. Pomodori gratinati di Cristina
  6. Frittelle di patate di Cristina
  7. Amaranto con zucchine e bastoncini di surimi di Sandra
  8. Piselli con i pomodorini di Valentina
  9. Palline di semolino e cocco di Cristina
  10. Linguine al pesto di rucola con mandorle e gamberetti di Milena
  11. Masoor Dal (Minestra indiana di lenticchie rosse) di Giorgia
  12. Pasta con le sarde di Giovanna
  13. Carciofi all’occhio di bue di Elisa
  14. Pesce spada e pomodorini di Rosanna
  15. Spaghetti saltati ai broccoli e bottarga di muggine di Chiara 
  16. Torta dolce di zucchine di Cristina
  17. Totanetti ripieni di scarola di Fulvio
  18. Torta di carote di Maela

fiorellino

1 - Zuppa di zucca (non troppo dolce) di Benedetta

  • ½ Kilo di zucca (pesata senza buccia)
  • 3 patate
  • 3 cipollotti
  • 1 Litro e mezzo di brodo vegetale (dado o acqua, sedano,cipolla e carota)
  1. In 2 litri abbondanti di brodo (occorre considerare l’evaporazione) cuocere le patate, sbucciate e tagliate a pezzettoni.
  2. Nella pentola in cui poi si cuocerà la zuppa far soffriggere i cipollotti tagliati finemente con un goccio di olio, o acqua.
  3. Cuocere in forno la zucca tagliata a pezzettoni. A 200 gradi per circa 20 minuti (ma dipende dal tipo di zucca e dallo spessore) In questo modo….Stendere sulla placca del forno un foglio di carta da forno, porvi i pezzi di zucca, coprire bene la placca con carta stagnola, altrimenti la zucca si secca.
  4. Nella pentola con i cipollotti aggiungere la zucca e le patate mescolando bene e sminuzzandole ulteriormente con il cucchiaio di legno.
  5. Salare e pepare.
  6. Aggiungere il brodo, in cui si erano cotte le patate, e far cuocere per circa 20 minuti a fuoco basso.
  7. Frullare.

Zuppa di zucca 1 foto 1 - Zuppa di zucca (non troppo dolce) di Benedetta

fiorellino

2 – Risotto scampi e ananas di Elisa

Ingredienti per 4 persone

  • brodo vegetale
  • 4h riso
  • 1 ananas
  • 40 scampi (alcuni servono interi, per il resto si può usare le code già pulite)
  • olio
  • aglio
  • rosmarino
  1. Preparare brodo vegetale (acqua, sale, carota, sedano, cipolla, patata).
  2. Tagliare l’ananas a pezzetti e metterlo da una parte.
  3. Pulire gli scampi, metterli in una padella con alcune teste di scampi, olio, uno spicchio d’aglio, sale, pepe e un rametto di rosmarino, mezzo bicchiere d’acqua e mezzo bicchiere di succo d’ananas.
  4. Spegnere il fuoco e aggiungere i pezzetti di ananas.
  5. Nella pentola per il risotto, rosolare una cipolla in un po’ di olio, un po’ d’acqua e due o tre teste di scampi. Togliere le teste di scampi e tostare il riso, poi aggiungere il brodo. A metà cottura aggiungere gli scampi e l’ananas e finire la cottura.

Risotto Scampi e Ananas 2 foto 2 – Risotto scampi e ananas di Elisa

fiorellino

3 – Focaccia pugliese di Valentina

Ingredienti

  • Farina grano tenero: 350 g (ho usato mezza manitoba e mezza 00 ma credo venga benissimo anche con metà farina integrale)
  • Acqua: 260 g
  • Olio extravergine di oliva: 25 g
  • Sale fino: 9 g
  • Lievito di birra fresco: 7 g
  • Pomodorini ciliegini
  • Origano
  • Sale grosso
  1. Impastare in una ciotola con una spatola le farine con quasi tutta l’acqua, aggiungere il lievito sciolto nella restante acqua e alla fine il sale.
  2. Non appena l’impasto sarà lavorabile a mano spostarlo sulla spianatoia spolverata di farina (o meglio semola rimacinata) e lavorarlo finchè si stacca agevolmente dal ripiano.
  3. A questo punto aggiungere l’olio in tre momenti e farlo assorbire usando il palmo della mano: non aggiungerne di nuovo finchè il primo non è ben assorbito.
  4. Sbattere ripetutamente l’impasto sulla spianatoia finchè sarà diventato ben compatto (è una cosa un po’ lunga, anche 15 minuti).
  5. Mettere a lievitare in una ciotola capiente coperta da pellicola fino al raddoppio.
  6. Fare le pieghe del primo tipo di Adriano (http://profumodilievito.blogspot.com/2007/10/le-pieghe.html) e lasciar lievitare 30 minuti coperto da pellicola.
    Stendere con le mani molto unte di olio evo in una teglia.
  7. Affondare bene i pomodorini tagliati in due, cospargere di sale grosso, origano e olio evo e lasciar lievitare ancora 20/25 minuti circa.
  8. Infornare a 250 gradi fino a completa doratura.

 IMG_1640 3 – Focaccia pugliese di ValentinaIMG_1646

fiorellino

4 – Spaghetti di Primavera con gli agretti di Benedetta

  • Spaghetti
  • Un mazzetto di agretti
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 filetti di acciuga
  • Prezzemolo
  • 3 Pomodori maturi
  • Peperoncino
  • olio
  1. Tritare insieme l’aglio, il prezzemolo e le acciughe e far soffriggere con un goccio di olio in una pentola che possa contenere in seguito la pasta una volta cotta.
  2. Aggiungere gli agretti dopo averli lavati bene e averli tagliati a pezzettini piccoli.
  3. Dopo aver insaporito per due tre minuti aggiungere i pomodori a pezzettini ,privati della buccia e delle sementi (per farlo velocemente immergere i pomodori ancora interi in una pentola di acqua salata 50 secondi, il tempo che la buccia si rompa. In questo modo la buccia si toglierà molto facilmente senza rovinare la polpa.)
  4. Salare.
  5. Quando gli spaghetti sono pronti versare la pasta nella pentola del sugo e dopo aver mescolato aggiungere a piacere del peperoncino.

Pasta con gli agretti 4 foto 4 – Spaghetti di Primavera con gli agretti di Benedetta

fiorellino

5 – Pomodori gratinati di Cristina

  • 4 pomodori di media grandezza maturi e sodi
  • una manciata di prezzemolo
  • 2 spicchi di aglio
  • alcuni cucchiai di polpa di olive
  • pangrattato q.b.
  • olio d'oliva
  • sale
  • peperoncino rosso
  1. Lavare i pomodori, tagliateli a metà, privateli dei semi, salateli all'interno e lasciateli svuotare l'acqua di vegetazione capovolgendoli su un piano inclinato.
  2. Tritate finemente l'aglio e il prezzemolo e amalgamateli alla polpa di olive e al pangrattato.
  3. Bagnate il composto con un po’ di olio di oliva e insaporite con sale e un pizzico di peperoncino, utilizzare il composto per farcire i pomodori che avrete disposto in una teglia leggermente unta d'olio.
  4. Spolverate sopra un po’ di pangrattato e condite con un giro di olio di oliva. Fate cuocere in forno per circa 30 minuti a calore moderato, poi alzate la temperatura del forno e lasciate gratinare per circa 10 minuti.
  5. Volendo è possibile arricchire il ripieno anche con capperi o acciughe sotto sale. Questa pietanza, accompagnata con riso integrale e guarnita con olive verdi e nere, può rappresentare un gustoso e nutriente piatto unico.

Pomodori gratinati 5 foto 5 – Pomodori gratinati di Cristina

fiorellino

6 – Frittelle di patate di Cristina

Ingredienti

  • 300 gr. di patate
  • 1 cipollotto
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaino di zenzero grattugiato fresco
  • semi di sesamo
  • farina di frumento
  • sale
  • olio d'oliva
  1. Lessate le patate in acqua salata, sbucciatele e schiacciatele, impastandole con il cipollotto tritato, lo spicchio d'aglio spremuto e lo zenzero.
  2. Formate con l'impasto un certo numero di palline, appiattitele con le dita e cospargetele di semi di sesamo.
  3. Passate le frittelle nella farina, quindi fatele dorare in olio d'oliva bollente.
  4. Scolatele su carta assorbente da cucina e servitele ben calde. (Chi desidera, invece del sale, può mettere nell'impasto salsa di soia...un tocco un pò più orientale!!)

Frittelle di patate 6 foto 6 – Frittelle di patate di Cristina

fiorellino

7 - Amaranto con zucchine e bastoncini di surimi di Sandra

Ingredienti

  • 1 tazza da thè di amaranto
  • 2 d'acqua
  • sale
  • olio
  • 1 o 2 zucchine secondo la grandezza
  • mezza cipolla rossa di tropea
  • ciuffo di prezzemolo
  • 3 o 4 bastoncini di surimi
  1. Tenere a bagno l'amaranto per 6/7 ore poi sciacquare e cuocere nelle due tazze d'acqua salata per 30 minuti finché non si asciuga l'acqua di cottura (aggiungere nell'acqua un filo d'olio) lavare e tagliare le zucchine,la cipolla e cuocere in padella antiaderente,con 2 dita d'acqua e sale quanto basta.
  2. Quando le zucchine risultano morbide aggiungere l'olio e rosolare un pò, a fine cottura aggiungere una bella manciata di prezzemolo tritato.cuocere i surimi ancora congelati a vapore, tagliarli a rondelle.
  3. Comporre il piatto: amaranto sotto,zucchine,cipolla e surimi sopra. Buono freddo e caldo. 

N.B: L'amaranto non contiene glutine, è facilmente digeribile originario del centro America.

amaranto di Sandra 7 ricetta (1)7 - Amaranto con zucchine e bastoncini di surimi di Sandra  amaranto di Sandra 7 ricetta

fiorellino

8 - Piselli con i pomodorini di Valentina

  • 500 gr di piselli surgelati (visto il periodo)
  • 300 gr di pomodorini ciliegini
  • olio evo
  • sale
  • prezzemolo
  1. Mettere in un pentola tutti gli ingredienti a meno dell'olio, far stufare a fuoco lento coperto per circa mezz'ora, finchè i pomodorini non avranno l'aspetto raggrinzito, poi scoprire e far asciugare l'acqua.
  2. Cospargere con prezzemolo e olio evo e servire bello caldo

Piselli e pomodorini di VAlentina 8 foto 8 - Piselli con i pomodorini di Valentina

fiorellino

9 - Palline di semolino e cocco di Cristina

Ingredienti

  • 170 gr. di semolino di grano
  • 1 l di latte di soia
  • 3 cucchiai di miele
  • 50 gr. di mandorle
  • 50 gr di uvetta passa
  • 70 gr. di farina di noce di cocco
  • un pizzico di sale

Svolgimento:

  1. Mettere il latte di soia sul fuoco mescolandolo continuamente e, al momento dell'ebollizione, versateci a pioggia il semolino e uniteci anche l'uvetta e un pizzico di sale facendo quindi cuocere per un quarto d'ora circa, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno e mantenendo una fiamma molto moderata.
  2. Poco prima di togliere dal fuoco, aggiungete anche la farina di cocco, lasciandone da parte qualche cucchiaio.
  3. Lasciate quindi raffreddare e aggiungete il miele e le mandorle tritate.
  4. Lavorate poi l'impasto in modo da ottenere delle palline della dimensione di una grossa noce che passerete infine su un piatto nel quale avrete versato la farina di cocco rimasta.
  5. Mettete quindi in frigo. Una simpatica variante si può ottenere semplicemente passando le palline in qualche cucchiaio di farina di carrube.

palline di semolino e cocco foto 9 9 - Palline di semolino e cocco di Cristina

fiorellino

10 - Linguine al pesto di rucola con mandorle e gamberetti di Milena

Ingredienti:

  • Rucola 100 gr.
  • olio extra vergine di oliva q.basta
  • mandorle 100 gr.
  • sale pepe aglio
  • 250 gr gamberetti (anche surgelati)
  • 250 gr linguine

Preparazione

  1. frullare la rucola con olio extra vergine di oliva quanto basta,
    mandorle, sale e pepe
  2. lessare la pasta in acqua salata
  3. nel frattempo saltare i gamberetti in una padella con un pò di
    olio extra vergine di oliva e uno spicchio d'aglio
  4. scolare la pasta e saltare tutto insieme alla rucola e
    gamberetti.

Consiglio: chi lo gradisce un pò di peperoncino nel pesto ci sta
benissimo.

LINGUINE AL PESTO DI RUCOLA E GAMBERETTI di milena 10 foto 10 - Linguine al pesto di rucola con mandorle e gamberetti di Milena

fiorellino

11 -  MASOOR DAL (Minestra indiana di lenticchie rosse) di Giorgia

Ingredienti

  • 250 g di lenticchie rosse (decorticate)
  • 1 scalogno
  • 1 pomodoro maturo
  • ¼ di cucchiaino di peperoncino
  • ¼ di cucchiaino di semi di cumino
  • ¼ di cucchiaino di zenzero in polvere
  • ¼ di cucchiaino di curcuma
  • ¼ di cucchiaino di semi di coriandolo
  • olio evo, sale

[opzionale: una tazza di latte di cocco cremoso (da cucina)]

Preparazione

  1. Sciacquare per bene le lenticchie con acqua fredda.
  2. Tritare lo scalogno e pestare in un piccolo mortaio le spezie. Tagliare a cubetti il pomodoro eliminando i semi.
  3. Fare soffriggere per pochi minuti in una pentola col fondo pesante lo scalogno con olio e spezie.
  4. Aggiungere il pomodoro e mescolare per qualche secondo, quindi versare le lenticchie scolate.
  5. Far insaporire per qualche minuto mescolando, quindi coprire con quattro-cinque tazza d'acqua e cuocere a fuoco dolce per 20 minuti dal bollore, o fino alla cremosità desiderata. Salare all’ultimo.

Opzionale: verso la fine della cottura aggiungere una tazza di latte di cocco, mescolare e lasciar prendere sapore per qualche minuto prima di servire.

masoor di Giorgia 11 foto 11 -  MASOOR DAL (Minestra indiana di lenticchie rosse) di Giorgia

fiorellino

12 – Pasta con le sarde di Giovanna

INGREDIENTI per 4 persone

  • 300 gr. Maccheroncelli
  • 500 gr. Sarde fresche
  • Un bel mazzo di finocchietti selvatici
  • 2-3 cipolline
  • 2 spicchi d'aglio
  • uva passa
  • pinoli
  • 2 foglie di alloro secco
  • 1,5 l. di conserva di pomodoro
  • olio evo
  • sale e pepe nero q.b.
  • Mollica di pane secco abbrustolita

Procedimento

  1. Pulire i finocchietti, tagliarli a pezzetti e metterli da parte.
  2. Pulire le sarde, con molta cura, togliendo anche le spine laterali che di solito rimangono attaccate e la spina dorsale (sgradevolissimo trovarle nel piatto).
  3. In un tegame abbastanza capiente fare rosolare, nell'olio evo, la cipollina tritata, l'aglio, l'uva passa e i pinoli e per ultimo aggiungere le sarde, il sale, il pepe e fare cuocere per circa 5 minuti a pentola chiusa.
  4. Quando le sarde si saranno rosolate aggiungere la conserva di pomodoro e subito dopo i finocchietti e le foglie di alloro e continuare la cottura per circa 30 /40 minuti (cmq la salsa deve restringere).
  5. Assaggiare e aggiustare di sale e se si preferisce anche di zucchero.
  6. Lessare la pasta lasciandola al dente, scolarla e rimetterla in pentola.
  7. Condirla con la salsa preparata e mantecare per qualche minuto.
  8. Abbrustolire la mollica in una padellina con un pizzico di sale, un pizzico di zucchero e un goccio d'olio evo.
  9. A questo punto bisogna preparare una teglia nella quale metteremo un pò di salsa e un pò di mollica e alterneremo uno strato di pasta, uno di condimento e concluderemo con la mollica abbrustolita (io di solito faccio due strati di pasta).
  10. Mettere in forno a 200°C per circa 30 minuti (la superficie deve risultare croccante) oppure al micro, in funzione crisp, per 10 minuti. 
Porzione

12 – Pasta con le sarde di Giovanna

fiorellino

13 - Carciofi all’occhio di bue di Elisa

Ingredienti:

  • fondi di carciofo surgelati
  • uova piccole

Procedimento

  1. Cuocere i fondi di carciofo in una padella antiaderente con un filo d’olio d’oliva, sale e un bicchiere d’acqua per 10-15 minuti.
  2. Rompere le uova dentro i fondi di carciofo, salare e pepare,  alzare il fuoco al massimo per un minuto per scaldare bene la pentola, poi mettere il coperchio e spegnere il fuoco.
  3. Lasciare per 5-10 minuti a seconda di quanto si vuole cuocere le uova e servire.

carciofi di elisa foto 13 13 - Carciofi all’occhio di bue di Elisa

fiorellino

14 - Pesce spada ai pomodorini di Rosanna

Ingredienti

  • 3 tranci di pesce spada
  • 200 gr pomodorini
  • 40 gr olio
  • 2 spicchi aglio
  • 1 acciuga
  • basilico
  • prezzemolo
  • sale
  • pepe

Preparazione

  1. tritare aglio acciuga basilico e prezzemolo, aggiungere l'olio e mescolare bene.
  2. mettere l’acqua nella padella, mettere la grata della cottura a vapore con la carta forno bagnata e ben strizzata.
  3. Adagiarci dentro il pesce spada coperto dal pesto e i pomodorini tagliati a fettine.
  4. Cuocere per 45 minuti.

spada e pomodorini foto 14 rosanna 14 - Pesce spada ai pomodorini di Rosanna

fiorellino

15 - Spaghetti saltati ai broccoli e bottarga di muggine Chiara 

Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. di spaghetti
  • 2 broccoli
  • un panetto di bottarga di muggine
  • due spicchi d’aglio
  • sale
  • olio extra vergine l’oliva

Procedimento

  1. Lavare i broccoli e tagliare il gambo a cubetti.
  2. Tagliare la testa dei broccoli in piccole testine e tenerle da parte.
  3. Versare l’olio in un’ampia padella e soffriggere l’aglio. Quindi aggiungere i cubetti di gambo dei broccoli e lasciare cuocere per circa 5/6 minuti, o almeno, finché non diventano croccanti. Solo a quel punto aggiungere le testine dei broccoli, che richiedono meno tempo di cottura.
  4. Salare.
  5. Se necessario, aggiustare la cottura con acqua calda.
  6. Nel frattempo, far bollire l’acqua, salarla e cuocere gli spaghetti al dente.
  7. Scolare gli spaghetti e buttarli in padella insieme ai broccoli. Saltare velocemente tutto assieme per amalgamare bene i broccoli agli spaghetti.
  8. Servire gli spaghetti nel piatto, con una abbondante grattugiata di bottarga di muggine e un filo d’olio extra vergine d’oliva.

Consiglio: grattugiare la bottarga solo all’ultimo momento, altrimenti rischia di seccarsi. L’ideale è grattugiarla appena prima di scolare gli spaghetti.

spaghetti saltati broccoli e bottarga 15 chiara 15 - Spaghetti saltati ai broccoli e bottarga di muggine Chiara 

fiorellino

16 – Torta dolce di zucchine di Cristina

Ingredienti

  • 200gr di zucchine
  • 200gr di zucchero
  • 200gr di farina
  • 2 uova
  • ½ bicchiere di olio semi o di mais o di girasole
  • 1 bustina vaniglia
  • 1 pizzichino sale
  • 1 bustina lievito chimico

Procedimento

  1. tritare le zucchine
  2. aggiungere zucchero, farina, uova, olio, grappa, vaniglia, sale e impastare
  3. poi aggiungere il lievito e impastare nuovamente.
  4. mettere nello stampo e infornare a 180° per 30 min. (ovviamente il tempo dipende anche dal forno)

torta dolce di zucchine foto 15 cristina 16 – Torta dolce di zucchine di Cristina

fiorellino

17 – Totanetti ripieni di scarola di Fulvio

Ingredienti:

  • pomodoro passato
  • 2 spicchi d'aglio
  • manciata d'uvetta
  • olive snocciolate nere dolci
  • 1 o 2 scarole dipende dalla grandezza
  • manciata di capperi sotto sale
  • olio
  • prezzemolo
  • sale
  • totani se piccoli 3 a testa se medi

Procedura:

  1. Pulite e lavate la scarola eliminando le foglie esterne, scolatela e tagliatela mettetela in una casseruola con dell'olio e poco sale, aglio, l'uvetta, le olive tagliate a rondelle, i capperi lavati e dissalati.
  2. Cuocete con coperchio a fuoco dolce finchè non risulti tenera e l'acqua sia evaporata, a questo punto saltatela un pò e lasciatela raffreddare. Pulite i totanetti e aggiungete i tentacoli e le "alucce" sminuzzate alla scarola. Riempite le sacche con il composto di scarole e  tentacoli, chiudete con stuzzicadenti incrociati.
  3. Mettete uno spicchio d'aglio in un tegame rosalatelo un pò e buttatelo via aggiungete della passata di pomodoro dipende quanti totanetti avete comunque non molta, salate e fate cuocere per 4 minuti unire i totanetti e cuocere a fuoco lento per altri 10 minuti dipende dalla grandezza di essi, in ultimo aggiungere il prezzemolo tagliato finemente impiattare.

Variante: Se non vi piace l'idea dell'uvetta e dei capperi, potete sostituirli con qualche noce e pezzetti d' acciuga. Buon appetito.

 Totanetti di fulvio 17 foto 17 – Totanetti ripieni di scarola 

fiorellino

18 – Torta di carote di Maela

Ingredienti

  • 300 gr di carote
  • 300 di zucchero
  • 3 uova
  • 300 gr di farina
  • 100 gr di fecola di patate
  • 150 gr di olio di oliva (un bicchiere)
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale

Procedimento

  1. Lavare,sbucciare e grattugiare le carote il piu' fine possibile,accendere il forno a 160°C.
  2. Sbattere le uova con lo zucchero per almeno 10 minuti,aggiungere  la farina, la fecola e il lievito già uniti e il bicchiere di olio, infine aggiungere le carote e mescolare bene.
  3. Rivestire una tortiera con la carta forno e infornare per 20/25 minuti, fare la prova stecchino per vedere se è cotta internamente.
  4. Decorare con zucchero a velo e servire

Ottima a merenda con una buona tisana  o il the e perfetta a colazione, rimane morbidissima anche il giorno dopo!!!

 carote maela 118 – Torta di carote di Maelacarote maela 2 

fiorellino

11 commenti:

  1. che bella idea!!molto invitate questa zucca :)

    RispondiElimina
  2. Allora il mio bravissima vale doppio...uno per Benedetta ed uno per te....per la tua iniziativa! baci

    RispondiElimina
  3. @Mirtilla

    @Gianni

    Benvenuti! Siete degli attenti lettori del blog, grazie per i vostri complimenti ^_^

    RispondiElimina
  4. che buona, complimenti a Benedetta.

    RispondiElimina
  5. @Eleonora: è vero, grazie a Benedetta ^_^

    RispondiElimina
  6. Hem!! Lo dico sottovoce perchè nel regolamento non sono permessi i latticini ma io la servo bollente con tanti pezzetti di burrata da metterci dentro!! Provate! E' una goduria!!

    RispondiElimina
  7. Grande grande grande Sonia! e un bravissima a Benedetta con la sua zuppa veramente deliziosa!

    RispondiElimina
  8. ma sono davvero belle querste ricette!
    complimentissimi a tutti!
    un abbraccio
    dida

    RispondiElimina
  9. @dida70: hai visto! Sarà difficile scegliere i vincitori...

    RispondiElimina
  10. una più bella e buona dell'altra! davvero complimenti! Ely

    RispondiElimina

Benvenuto sul mio blog! Se vuoi lascia un commento, una critica, un saluto, come vuoi. C'è sempre da imparare...da chiunque! Grazie

ULTIMI POST...A TAVOLA

 

Oggi pane e salame, domani... Foto e testi di Sonia M. - Copyright © 2009/2012 - All rights reserved